• martedì , 17 ottobre 2017

Scopri i diversi tipi di mal di testa.

La cefalea è un problema che affligge diverse persone durante il giorno, creando tanti disagi.

Non molti sanno però che il classico mal di testa non è uguale in ogni situazione, ma ne esistono di diverse tipologie.

Per diagnosticare un problema medico nel migliore dei modi son state create delle classificazioni specifiche, che tengono conto vari aspetti del mal di testa.

Nonostante ciò però la classificazione ritenuta più in considerazione è quella fornita dall’ International Headache Society, che mediante l’analisi dei sintomi avuti da un qualsiasi paziente si riesce a risalire al tipo di mal di testa.

mal-di-testa

Bisogna considerare che esistono circa 200 tipi di mal di testa differenti l’uno dal altro per sintomi provati e gravità. I più comuni e meno gravi risultano essere denominati cefalee primarie; all’interno di questo gruppo (se così lo vogliamo chiamare) possiamo ritrovare sicuramente: 

  • cefalea di tipo tensivo, ossia il mal di testa più comune e contratto dalla maggior quantità di persone. In questo caso il soggetto affetto da questo disagio prova una forte sensazione di compressione a livello del cranio.

    Il dolore che ne consegue é di entità lieve o moderata.

    Il mal di testa descritto ha una durata variabile, infatti può durare anche una sola giornata (scomparendo verso la sera e peggiorando durante la giornata) o addirittura durare dei giorni interi.

    Nei casi più gravi, ossia le forme croniche di mal di testa, questo disagio può durare per lunghissimi periodi di tempo.

    Le cause principali della cefalea di tipo tensivo sono sicuramente lo stress emotivo, l’ansia provata dal paziente o anche la depressione.

  • La cefalea a grappolo è una tipologia di mal di testa meno frequente rispetto a quella citata in precedenza. Questo problema medico viene conosciuto anche con altri nomi, alcuni di essi sono la cefalea da suicidio, di Horton.

    Tra i segni caratteristici che contraddistinguono questo tipo di cefalea si può citare un dolore molto intenso, che viene provato solamente in un determinato settore della testa.

    In alcuni casi molto rari però è stato riscontrato come la cefalea a grappolo provocasse contemporaneamente dolore in più punti. La durata del dolore è variabile ed è compresa in un intervallo di tempo che va da 15 minuti fino anche alle 3 ore circa.

    Da considerare come questo tipo di episodio doloroso possa ripetersi durante la giornata o anche nella notte.

    Altre manifestazioni della cefalea in questione sono sicuramente la miosi, arrossamento, sudorazione della metà faccia coinvolta dal dolore.

  • L’emicrania invece, a differenza degli altri mal di testa descritti, diviene pesantissima e si configura come una vera e propria patologia quando diviene cronica.

    Questa patologia può inabilitare il paziente a una normale vita sociale, lavorativa e anche affettiva.

    La durata dell’emicrania, come negli altri casi, è variabile, ma generalmente dura dalle 2 ore fino ad un massimo di 72 ore.

    Insieme alle cefalee il paziente manifesta sintomi come la nausea, il vomito, la fotofobia e la fonofobia, frequente anche l’osmfobia cioè il fastidio a profumi ed aromi.

    Le cause che possono portare al sorgere di questo problema medico sono diverse, e sono soprattutto i fattori ambientali e quelli genetici.

Come detto precedentemente esistono diversi tipi di cefalee oltre quella primaria, come ad esempio quelle secondarie.

In questi casi però il mal di testa, se accompagnato da alcuni sintomi definiti red flag, può essere segno della presenza di un problema medico molto più grave.

Related Posts