• martedì , 1 Dicembre 2020

Come pulire la muffa con rimedi naturali

È arrivato l’autunno e con questa stagione è arrivata l’umidità e puntualmente ci ritroviamo a fare un cambio armadio che rivela spiacevoli sorprese: non ci riferiamo a possibili cambi di taglia dei propri vestiti, ma alla muffa che ritroviamo negli angoli, negli abiti, dietro i mobili.

La muffa non è solo antiestetica ma è anche nociva per la salute, ecco perché è importantissimo prevenire la sua formazione ed eliminare quella presente. Come? In commercio ci sono diversi rimedi per prevenire ed eliminare la muffa, ma è possibile adottare soluzioni naturali che non solo tutelano l’ambiente, ma tutelano anche il portafogli. Vediamo allora come pulire muffa con rimedi naturali.

Come prevenire la muffa

Prevenire è più importante che curare, questo lo sappiamo bene e vale per tutto: muffa compresa. Se abitiamo in una casa dove sappiamo che si può formare la muffa possiamo prevenire con una soluzione semplice e fai da te: si possono pulire i muri 3 volte l’anno con un preparato formato da acqua e aceto.

L’aceto è un disinfettante naturale in grado di eliminare gran parte dei batteri che provocano la muffa. L’aceto consente alle pareti di “respirare” e pulisce anche da polvere e nicotina.

Per prevenire la muffa è anche importante arieggiare spesso gli ambienti, soprattutto quelli dove è più facile che si formi: bagno e cucina.

Come eliminare la muffa in modo naturale

Se la muffa si è già formata non ci resta che eliminarla. Come? Realizzando un prodotto naturale. Un composto di bicarbonato di sodio, limone ed acqua ossigenata rappresenta un ottimo rimedio antimuffa naturale.

Ecco la procedura per realizzarlo.

Ingredienti

  • 1 tazza di acqua
  • ½ tazza di aceto bianco
  • 1 cucchiaio di bicarbonato
  • 5 gocce di olio essenziale di lavanda
  • 5 gocce di olio essenziale di limone

Si deve prima fare sciogliere il bicarbonato nell’acqua e poi si deve aggiungere l’aceto ed in seguito gli oli essenziali atti a profumare il tutto. Si versa il composto in contenitore con un nebulizzatore

Si applica sulle superfici interessate dalla muffa e si lascia agire qualche ora, poi si passa un panno e si asporta la muffa senza il rischio di rovinare le pareti. 

Il bicarbonato ha un’azione sbiancante, così come l’acqua ossigenata che vanta anche proprietà antibatteriche. L’aceto disinfetta e l’olio essenziale profuma.

Rimedi antimuffa naturali: pulire con detersivo

Un’alternativa è quella di lavare le pareti con una soluzione naturale formata da bicarbonato di sodio, acqua ossigenata, sale fino. Il tutto diluito in acqua. Ecco gli ingredienti:

  • 700 ml di acqua
  • 2 cucchiai di sale fino
  • 2 cucchiai di sale fino
  • 2 cucchiai di acqua ossigenata (30 o 40 volumi)

Si scioglie il bicarbonato e il sale nell’acqua, si aggiunge l’acqua ossigenata e si versa in un nebulizzatore. Con questa soluzione si possono pulire le pareti, le mattonelle, gli interni degli armadi.

Molti usano la candeggina per lavare le pareti, ma seppur efficace come sbiancante, la sua azione aggressiva tende a rovinare le pareti. Quindi è sconsigliata.

Related Posts