• venerdì , 5 Giugno 2020

Lavorazione lamiere: cos’è la tranciatura

La tranciatura delle lamiere è la prima operazione del ciclo produttivo. Si tratta di  un processo di deformazione plastica eseguito su lamiere.

Cos’è la tranciatura lamiere

La tranciatura lamiere e metalli è una lavorazione meccanica che consente di realizzare una infinità varietà di oggetti.

La tranciatura lamiere è impiegata sia per ottenere semilavorati che per ottenere prodotti finiti.  Nel processo di tranciatura lamiere si ottiene quindi la deformazione plastica dei metalli a freddo, si tratta di un processo  che non altera le caratteristiche molecolari del materiale, come invece accade nelle operazioni taglio a “fiamma” ( taglio laser, plasma, ecc).

Come si fa la tranciatura lamiere e cosa occorre

La tranciatura lamiere si esegue per mezzo di uno stampo formato da un punzone e da una matrice: il punzone attraversa la lamiera, ed entra nella matrice asportando il materiale. Per ogni lavorazione possono essere prodotti uno o più pezzi finiti e uno sfrido che è del materiale di scarto.

Per eseguire la tranciatura lamiere occorrono:

  • un punzone che deforma e taglia,
  • una matrice detta anche stampo che dà la forma.

Per avere un buon risultato è indispensabile scegliere la pressa adatta al tipo di lavorazione: per lavorazioni che richiedono  una bassa velocità sono ideali le presse idrauliche e quelle meccaniche, per i ritmi elevati di produzione è indispensabile usare le presse ad eccentrico o quelle a ginocchiera.

La tranciatura lamiere è l’operazione gemella della punzonatura. Ciò che cambia è la parte asportata delle due lavorazioni: nella tranciatura delle lamiere la parte di lamiera asportata con il punzone è il pezzo, mentre nella punzonatura, la parte asportata dal punzone è lo sfrido.

All’interno del processo della tranciatura lamiere e metalli ci sono altre diverse lavorazioni che consentono di conferire forme particolari al materiale. Si possono, ad esempio, creare prodotti di forma cilindrica, scatolare o a coppa verrà usando il processo di imbutitura, che consente di ottenere oggetti come pentole e lattine.

Oppure si possono creare delle pieghe sul metallo impiegando il processo di piegatura, spesso abbinata ad altre lavorazioni, che crea la formazione di pieghe sulla lamiera consentendo di ottenere complesse forme geometriche tridimensionali. E ancora, si possono realizzare monete e medaglie attraverso il processo di  coniatura, che prevede l’utilizzo di una pressa che deforma il materiale costringendolo a fluire nelle intercapedini.

Vantaggi della tranciatura lamiere

Uno dei principali vantaggi della tranciatura delle lamiere è la capacità di realizzare sulla lamiera, in tempi brevi e con costi contenuti, fori o pezzi pieni (anche di forma complessa). Si tratta di una lavorazione che pertanto  risulta particolarmente indicata per le produzioni di grandi serie.

Altro vantaggio è che la tranciatura delle lamiere permette di lavorare lamiere di diverso spessore, e anche differenti tipologie di materiali soprattutto metallici come: l’acciaio inox, l’alluminio, l’ottone, il rame e anche leghe particolari.

Inoltre, è possibile realizzare una moltitudine di forme finali :profili rettilinei, curvi o con spigoli acuti e tanto altro ancora. Concludendo, la tranciatura lamiere consente di creare i tantissimi oggetti di uso quotidiano e non.

Related Posts