• sabato , 24 Luglio 2021

Presentazione di bilancio di azienda inglese, perché spesso si richiede una traduzione

Il bilancio d’esercizio è una fotografia che riflette quella che è la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica di un’azienda.

È composto da documenti contabili ed economici che, nell’insieme, danno una panoramica completa sulla situazione aziendale.

Il bilancio d’esercizio è suddiviso in stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa, ognuno, a sua volta, è composto da diverse voci di bilancio. Lo stato patrimoniale indica la situazione patrimoniale e finanziaria dell’impresa divisa per attivo e passivo. Il conto economico definisce i componenti postivi e negativi del reddito. La nota integrativa integra le informazioni presenti nel conto economico e nello stato patrimoniale.

Il bilancio d’esercizio si redige al termine di ogni anno di esercizio amministrativo, sono gli amministratori a compilarlo. Rappresenta un documento di estrema importanza dal quale si possono rilevare informazioni sull’andamento della società, una fonte di informazioni importanti anche per i fornitori che possono reperire dati e, ad esempio, decidere la linea di fido o i termini di pagamento. Il bilancio si deve approvare entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio.

Si tratta di un documento estremamente importante che, in alcuni casi, deve essere tradotto anche in lingua inglese, vediamo quando.

Quando è obbligatoria la traduzione del bilancio di esercizio in inglese

La traduzione del bilancio d’esercizio in inglese è indispensabile per una società che opera a livello internazionale.

A partire dal 1973 la Comunità Europea ha iniziato un processo normativo atto a sincronizzare i principi contabili. I principali soggetti economici degli Stati Membri devono pertanto depositare il bilancio d’esercizio adeguandosi ai principi previsti dallo IABS (International Accounting Standards Board). Devono quindi scrivere e tradurre il bilancio attenendosi agli IAS (International Accouting Standards), diventati nel 2002 IFRS (International Financial Reporting Standards).

Le società che sono obbligate a redigere il bilancio secondo i principi IAS/IFRS sono le società quotate, le società con strumenti finanziari diffusi, le banche e gli  enti finanziari vigilati, le società che redigono il bilancio consolidato o consolidate da controllanti.

L’ International Financial Reporting Standards è in continua evoluzione proprio per rendere sempre più chiare e precise le voci di bilancio.

Il bilancio d’esercizio, secondo i principi IAS/IFRS, diventerà il financial statements e, esattamente come il bilancio “nostrano” ,sarà diviso in balance sheet e Statement of Financial Position, per indicare lo stato patrimoniale; Profit and Loss Account per indicare il conto economico;  Explanatory Notes to the Financial Statements per indicare la nota integrativa.

La traduzione del bilancio d’esercizio in inglese è quindi obbligo di legge ma è anche un modo, per  le aziende che operano in mercati internazionali, di indicare il valore e l’andamento delle loro attività. In tal senso la traduzione del bilancio è una vera e propria presentazione della società, diventa una sorta di  strategia di comunicazione per  clienti, partner e investitori che consente nuove opportunità di business.

Ovviamente si tratta di una traduzione tecnica che richiede l’uso di una determinata tecnologia, non è sufficiente la conoscenza commerciale dell’inglese seppur approfondita. Una cattiva traduzione comprometterebbe quello che è lo scopo primario del bilancio: fornire una chiara e precisa fotografia della situazione patrimoniale di un’azienda.

Related Posts

Comments are closed.